Cartella clinica:

Esame Ecografico :

Diagnosi : Shunt venoso porto sistemico.

Settembre 2008

Ovariectomia seguita da lento recupero post operatorio. Dopo due mesi presentava perdite ematiche vaginali di colore rosso scuro, quasi marrone, inodore. Contemporaneamente si gratta e si morde come se avesse le pulci. Terapia consigliata dal Collega : somministrazione di un antibiotico per quattro settimane.

Carattere e comportamento di Maja secondo il racconto della Proprietaria :

Nei primi sei mesi di vita ha vissuto in un box. Dinamica, felice, giocosa ma estremamente insicura di se stessa : non muove un passo da sola. Timorosa del buio e dorme solo se appiccicata tipo “francobollo” a me.

Come da educazione ricevuta, non mangia prima del capobranco  (anche se le viene proposta la ciotola con il cibo) e non varca una porta prima del capobranco. Inappetente da sempre. Per questo i pasti proposti si suddividono in colazione (a base di minestrina e pasta o pesce ai ferri e verdura) e cena (dieta commerciale al pesce oppure pesce fresco con verdura e pasta). Vietati gli spuntini. Come da dieta suggerita anni fa, non viene quasi mai somministrata carne  che la appesantiva il fegato creando apatia soprattutto al mattino. I pasti proposti vengono preparati dalla p. e anche su suggerimenti tratti da un libro di dietetica veterinaria.

Dopo il pasto il cane deve tassativamente pulirsi bocca ed orecchie sul tappeto in cucina. Ormai è un rito.  Non tollera di sentire il pelo umido e provvede ad asciugarsi da sola quando le viene fornito l’asciugamano.

Se passa un animale sullo schermo della TV, anche se togliamo il sonoro!, lei lo riconosce e partono 10 minuti di ringhi ed abbai potenti per cacciarlo via.

Relazione comportamentale (della proprietaria)

  • pigra : la mattina si rifiuta di alzarsi presto. Non si alza dal letto (dorme anche fino mezzogiorno) fin tanto che non sente il campanellino del microonde…
  • abbastanza insicura e timorosa nelle situazioni nuove ma anche pericolosa per la sua irruenza: ospite in un appartamento mai visto arriva a tutta velocità e si butta attraverso la porta con relativa tenda….senza verificare che la porta sia aperta dietro la tenda;
  • timorosa del buio, se può lo evita;
  • se si trova al buio mentre scende le scale, si blocca e aspetta la luce;
  • socievole con gli altri cani ma timida al primo approccio, anche se branco conosciuto (vedi i 14 barboncini con cui è cresciuta e di cui io sono la babysitter nei fine settimana);
  • detesta i cani di qualunque taglia se di colore bianco e pelo vaporoso e reagisce fermandosi e bloccandosi anche in mezzo alla strada;
  • detesta camminare sulle foglie bagnate e si blocca. Per smuoverla bisogna cambiare strada o prenderla in braccio portandola oltre il problema;
  • ama la sensazione del vento sul muso (vedi in motorino, barca e…refoli di bora);
  • impazzisce urlando alla vista dell’acqua e delle barche ma non ha paura di bagnarsi  e tenta di saltare sulle barche; inizia a tirare al punto di camminare sulle zampe posteriori.
  • per conquistare una barca ha dimostrato varie volte una mente acuta nel risolvere il problema: barchetta a 20 metri, acqua bassa con ghiaietto, ancorata ad un sasso con una sagola: Maja,nonostante i suoi 7 chilogrammi di peso di sua iniziativa, ha addentato l’estremità a terra della sagola tentando poi di tirare…la barca!
  • abituata fin da piccola ad accompagnarmi quando faccio le prove con una banda musicale non dimostra nessun fastidio al rumore degli strumenti e, anzi, durante tutte le prove si stende a dormicchiare;
  • tendente alla fuga per spirito di avventura…salirebbe su tutte le macchine con gli sportelli aperti tanto per farsi un giro; si fida fin troppo di tutti gli sconosciuti;
  • ama viaggiare in macchina;
  • adora i gusti esotici e decisi: mango, cocco, kiwi, ananas, limone e agrumi in generale, curry, caffè, menta;
  • non disdegna bibite gassate (acqua, coca cola);
  • dopo aver mangiato ha un rito: andare su un tappeto e pulirsi bocca ed orecchie e, a volte, si rotola grattandosi la schiena;
  • al rientro da un giro “umido”, provvede ad asciugarsi da sola se le viene fornito l’asciugamano;
  • preferisce i giochini morbidi e rumorosi; in particolare una papera con il motorino a pressione che urla “quak quak”;
  • percepisce la presenza di animali sul monitor tv anche senza il sonoro e, generalmente anche se sotto forma di cartone animato e si esibisce in una serie di vocalizzi , latrati minacciosi e ringhi potenti con lo scopo di cacciare via l’animale intruso;
  • dorme sempre appiccicata tipo “francobollo” a me e rigorosamente con la testa sul mio cuscino, la zampa sotto al cuscino e le coperte ben tirate su sul collo. Se la scopro, si sposta e si risistema in modo da essere sempre sotto le coperte. Anche in piena estate cerca la copertura del lenzuolo…mio ovviamente. Dai 2 ai 6 mesi era sempre rimasta da sola in cuccia nel suo box in cucina ma ogni mattina la trovavo a dormire sul cuscino zuppo di pipì. La vet mi ha consigliato di portarla a letto per vedere se si trattava di problema fisico o psicologico. Era psicologico e non sono più riuscita a dormire da sola!
  • Fino all’anno di età scatenava le sue crisi distruttive riducendo in coriandoli e striscioline la tovaglia plastificata della cucina e facendo la pipì rigorosamente davanti al microonde…anche se lo spostavo di posto;
  • Verso le 21, dopo aver cenato, va a letto e mi aspetta lì…dopo avermi invitato a seguire il suo esempio;
  • È abituata a sporcare in casa. Ha la sua cassetta con pannolino e sabbietta per la pipì e il posto convenuto in bagno per la cacca. Ogni volta che sporca, viene a chiamarmi in modo molto chiaro e mi invita (facendomi strada) ad andare in bagno per la raccolta delle feci e segue poi il rito del loro smaltimento nella tazza controllando che ci finiscano veramente dentro. Mah… non mi sarei mai pensata di insegnarle una roba del genere!
  • Ama gatti e conigli…anche i gatti di strada che però non sempre ricambiano l’amicizia offerta;
  • È gelosa dei pesci (ho 5 acquari) e quando armeggio con  gli acquari fa di tutto per distogliermi o farmi perdere l’equilibrio;
  • Non ama rosicchiare gli ossi per cani.

Dicembre 2008           Prima visita omeopatica.    Età : 5 anni e 1 mese.

Aggravamento della sintomatologia dello shunt :

a) Debolezza la mattina al risveglio.

b) Lacrimazione degli occhi,

c) Inappetenza.

d) Durante la giornate sembra manifestare delle assenze : si blocca improvvisamente e non si  muove più.

Biochimico: bilirubina totale 0, 6 (0-0,3)

Vita di Relazione e comportamento :

Una mammona. Da cucciola aveva crisi di abbandono : lasciata a casa da sola ha ridotto una tovaglia ” a coriandoli “. Ha bisogno del riferimento della Proprietaria che è il suo modello. Adora l’acqua marina e del lago : strepita perché vuole avvicinarla per annusarla.

Quando vede un animale in TV ringhia e abbaia come se volesse attaccarlo.

Cani : socievole e si sottomette sempre.

Senso di colpa : quando ha combinato qualche guaio diventa timorosa al rientro della proprietaria.

Urinava sempre nella cuccia da cucciola : è guarita dormendo sotto le coperte con la signora.

Sete relativa : beve poco frequentemente ma con abbondanza. Anche ogni 2 giorni ma beve una ciotola intera in una volta sola. Quando dorme assume le stesse posizioni della signora. Molto freddolosa : d’inverno dorme sotto le coperte. Non richiede di uscire di casa quando c’è brutto tempo.

Diagnosi clinica

Prognosi Clinica

Diagnosi omeopatica

Prognosi omeopatica

Infezione dell’utero. Polipo ed inspessimento dell’utero con endometriosi leggera.

Shunt venoso porto sistemico. Malassezia.

Riservata : lo shunt venoso porto sistemico non è risolvibile : l’obiettivo terapeutico è di tenerlo soprattutto sotto controllo.

Segni e sintomi omeopatici numerosi e ben modalizzati che portano a solo due rimedi.

Utilizzo delle cinquantamillesimali in considerazione del quadro clinico organico e per verificare la reattività individuale al rimedio.

Terapia tradizionale prescritta dai Colleghi che hanno avuto in cura il cane fino ad oggi : Antibiotica. Dieta controllata.

TERAPIA OMEOPATICA

Rimedio Omeopatico scelto : una somministrazione al giorno.

Dicembre 2008           

E-mail della Proprietaria : “…puzza di cane…cosa mai successa in 5 anni (di solito ha un buon odore che non sa proprio di cane); mangerebbe di continuo e continua a tentare di mordersi l’attaccatura della coda. Dorme moltissimo e, pur essendo molto vivace in casa, non esce volentieri. A dire il vero forse è giù di tono a causa delle notti insonni per colpa mia (è da dicembre che ho coliche renali e mi sono intossicata con la maggior parte del cibo. Sono risultata intollerante praticamente a tutto e passo le notti a grattarmi le dermatiti!). Dunque tutte e due ci grattiamo e dormiamo. Che coppia!…”

Marzo 2009

E-mail della Proprietaria : “…Maja da 2 settimane abbiamo ripreso gli allenamenti di agility. Nel complesso la cagnolina sembra star bene: è vivace, mangia addirittura si è messa anche a mendicare cibo…come da vero cane. Ho svuotato le ghiandole perianali una sola volta da quando ci siamo visti la scorsa volta. Unico neo fastidioso: il prurito, pur se ridotto di intensità e frequenza….La forfora è sparita.. Ma resta l’abitudine di grattarsi e mordersi in particolar modo le zampe anteriori, l’attaccatura posteriore delle orecchie e l’attaccatura della coda. Secondo me l’origine potrebbe essere nervosa perchè nelle giornate in cui siamo fuori casa tutto il giorno con Maja oppure la porto a fare agility, il gratta-gratta non c’è…”

03 Aprile 2009        Visita di controllo.      Età : 5 anni e 5 mesi.

Maja è irriconoscibile : ringiovanita e leggermente ingrassata. Più sveglia e tonica. Deciso miglioramento :

  • mangia tutto quanto le viene proposto senza problemi, anche le crocchette asciutte : quando sente il campanello del microonde si mette spontaneamente davanti alla ciotola.
  • Mangia al rientro dal campo di agility : mai successo.
  • Non esiste più la debolezza al risveglio.
  • Lacrimazione degli occhi : guarita.
  • Mai più leucorrea : né marrone, né di altri colori.
  • Mai più respirazione difficile quando si agita : nemmeno crisi d’asma in gara.
  • La Proprietaria riesce a vuotarle le ghiandole perianali da sola, è successo una volta sola da Gennaio, mentre prima le era necessario andare tutti i mesi dal Collega.
  • Appare pochissima forfora bianca alla base della coda.
  • Si mastica a livello dei polsi e all’attaccatura della coda. Si gratta l’orecchio, ma da piccola aveva sofferto di Malassezia.
  • Insicurezza ormai definitivamente superata.
  • Molto meno dispettosa : la Proprietaria al rientro a casa non ha più trovato pozze di urina.
  • Permane la paura del buoi anche in casa la notte.

TERAPIA

Rimedio omeopatico scelto: una somministrazione al giorno

Aprile 2009   

E-mail della Proprietaria : “… Novità:

1) siamo andati in vacanza 4 giorni e per la prima volta in 5 anni non ci sono stati capricci nè tantomeno digiuni. I pasti serviti ai soliti orari e con lo stesso cibo di casa (vario la mattina e crocchette la sera) sono stati pappati in tempi ragionevoli. Fino allo scorso settembre era una tragedia con un pasto consumato un giorno no ed uno ni.

2) andando a fare due passi nel bosco dietro casa, il cavalier si trasforma in ….alano! Nel senso che le si riempie la bocca di bava viscida ed appicicaticcia che poi scende penzolante dai lati della bocca. Una schifezza! Non è facile da togliere nemmeno con un fazzoletto. Allergia? Emozione?…Mutazione genetica in corso?

3) continua a grattarsi dietro le orecchie al punto da strapparsi il pelo a ciocche. Ha tanta forfora sulla metà della schiena, verso la coda. Ed è ricomparso il prurito…”

TERAPIA

E’ il tipico aggravamento primaverile delle forme dermatologiche. Rimedio omeopatico scelto confermato : va aumentata la potenza e la frequenza di somministrazione.

02 Maggio 2009 

E-mail della Proprietaria : “…Facciamo miracoli. L’appetito non manca. Ormai anche in mezzo ad altri 22 cani (di cui ne sono spesso la custode) la signorina Maja non solo mangia ma finisce per prima. Finalmente si è convinta che a dormire nella cuccia vicino al mio letto non si corre il rischio di essere mangiati dai fantasmi. Ottimo. Dopo 5 anni ho conquistato tanto spazio in più e … tanti peli in meno! Unico neo: persiste il prurito…”

TERAPIA

Rimedio omeopatico scelto confermato : va aumentata la potenza.

04 Febbraio 2010 

E-mail della Proprietaria : “… Stavo giusto aspettando di sapere quando veniva da queste parti. bisogna per forza che lei e Maja vi vediate….la forfora è sparita ma ha ripreso a masticarsi la coda e le zampe, nonostante il pelo sia bello lucido. Inoltre c’è sempre la faccenda dei denti cariati che dondolano e l’alito maleodorante di conseguenza…”

13 Febbraio 2010      Età  6 anni e 4 mesi.

Ha risentito del brutto periodo di malattie della Proprietaria : è uscita pochissimo di casa e ha condiviso con lei tutto questo tempo al 100%. E’ ritornata a dormire sotto le coperte con lei. Ha passato giornate intere sdraiata nella sua cuccia in parte al calorifero (…vive a Trieste…quando soffia la bora si gela…) : bisognava insistere per farla uscire. Ma in casa durante tutto questo tempo era vivacissima.

Comportamento: Ringhia ai cani estranei nel suo ambiente, ma poi quando la avvicinano si mette a pancia all’aria e si lascia annusare.

Novità : ascesso simmetrico ai due premolari associato a retrazione gengivale.

In Ambulatorio : disponibilissima e curiosa, si mette a pancia all’aria quando la visito.Poi si sdraia in braccio alla Proprietaria dove resta attenta fino al termine della visita.

Alimentazione : Ama limoni, arance,…verdesca ai ferri la mattina e omogeneizzati di verdure. Eliminiamo il pezzetto di pollo che mangia tutti i giorni.

Diagnosi clinica

Prognosi Clinica

Diagnosi omeopatica

Prognosi omeopatica

Infezione dell’utero. Polipo ed inspessimento dell’utero con endometriosi leggera.

Shunt venoso porto sistemico. Malassezia. Prurito. 

Riservata : lo shunt venoso porto sistemico non è risolvibile : l’obiettivo terapeutico è di tenerlo soprattutto sotto controllo.

Rilevati nuovi sintomi di interesse omeopatico che sono coperti dal rimedio somministrato

Aumento della dinamizzazione dello stesso rimedio.

Marzo 2010   

E-mail della Proprietaria : “…Dopo circa 10 giorni di dieta e le gocce, la situazione è decisamente migliorata. Si gratta poco, quasi non ci facciamo nemmeno caso anche perchè le grattate non sono potenti e snervanti come prima. Il primo giorno del Rimedio alla potenza più alta ha avuto (sarà un caso?) una lunga crisi di asma dopo circa 15 minuti dalla somministrazione. Poi tutto regolare. Novità? Beh, sarà la primavera ma spesso sta capitando che Maja  ti si appiccicchi alle gambe quando ci si prepara ad uscire e chieda insistentemente di essere portata fuori. Inoltre non devo più (per ora) fare la caccia al tesoro per trovarla e metterle il collare. Speriamo continui perchè sembra quasi un miracolo. Il neo? 3 notti ci ha piazzato un bel lago di pipì davanti la porta della camera da letto. Apparentemente senza motivo. Era almeno un anno che non sfogava il suo malumore in questo modo. Come continuo con le gocce? Continuo?…”

COMMENTO :

Maja in passato ha sofferto sia di prurito che di asma ed è stata curata con la Medicina Tradizionale per anni. Un’osservazione che gli omeopati fanno da duecento anni è che la soppressione del prurito determina l’insorgenza dell’asma. Esiste una spiegazione scientifica : la cute e l’apparato respiratorio derivano dallo stesso foglio embrionale ectodermico. E’ scontato quindi che una volta “ soppresso “ un sintomo cutaneo si favorisca, nei soggetti predisposti, l’insorgenza di una patologia respiratoria come l’asma.

La ricomparsa di atteggiamenti poco graditi sotto il profilo comportamentale è un’ulteriore conferma della correttezza della prescrizione del rimedio omeopatico. Quando questo è corretto l’aggravamento deve essere a tutti i livelli : non soltanto fisico ma anche comportamentale.

Nessun problema : nel giro di pochi giorni il paziente ne guarirà spontaneamente.

TERAPIA

Il Rimedio omeopatico scelto è confermato dall’aggravamento del paziente

Maggio 2010        Età : 6 anni e 7 mesi.

E-mail della Proprietaria : “…Maia sta benissimo. Si sono riassorbite le inclusioni degli occhi…”

 

 03 agosto 2010   

Sta benissimo, non prende il rimedio da mesi.

Agosto 2010   

E-mail della Proprietaria : “…Maja va alla grande!…è stata adottata un’altra cagnolina : Wendy…”

Settembre 2010   

E-mail della Proprietaria : “…Da un paio di giorni ha delle perdite vaginali brunastre, per il resto sta molto bene…”

TERAPIA

Rimedio omeopatico confermato e viene aumentata la potenza.

Ottobre 2010

E-mail della Proprietaria : “…peli bianchi della zona genitale sono sempre leggermente sporchi di scuro, una via di mezzo tra il rosso scuro ed il marrone. Oggi la pulisco e domani è di nuovo così. Non ho trovato però macchie evidenti dove dorme. Grazie a Wendy ha scoperto il gioco. Fanno la lotta in silenzio perfetto anche per 1 ora di fila e da 2 giorni, finalmente, Maja ha scoperto che Wendy può essere dominata e non solo subita…”

TERAPIA

Rimedio omeopatico confermato e viene aumentata la potenza.

Ottobre 2010   Visita di controllo.

Sta benissimo ed è leggermente ingrassata. Mi viene spontaneamente incontro per farsi accarezzare. Non ha più perdite.

TERAPIA

Rimedio omeopatico confermato : una somministrazione ogni quattro settimane come terapia di mantenimento.

Giugno 2011

E-mail della Proprietaria : “…Estrazione dei 4 premolari che già stavamo tenendo d’occhio. Ormai la gengiva rischiava infezione.  Miglioramenti : Prelievi ematici pre operatori: tutti i valori perfetti. Complimenti da parte dei medici della clinica di…per l’ottima salute del cane.

Valori degli esami del fegato: stupendi.…dicono che il fisico del cane sembra quello di un cane molto ma molto più giovane…”

TERAPIA

Rimedio omeopatico confermato : una somministrazione ogni quattro settimane come terapia di mantenimento.

Settembre 2011

E-mail della Proprietaria : “…tolti i denti guasti, perianali più libere degli anni scorsi, perdite da vecchia piometra assenti. Ultimamente la vedo più rigida nei movimenti specie dopo lunghe pause o all’uscita del campo di agility…”

TERAPIA

Viene prescritto un rimedio omeopatico che la aiuti a superare la rigidità manifestata a freddo. Dopo tre giorni di assunzione della nuova terapia Maja ne guarirà definitivamente.

Ottobre 2011        Età : 8 anni.

E-mail della Proprietaria : “…è diventata solare. Addirittura chiede di uscire quando mi avvicino all’uscio con Wendy. Mangia voracemente. Con i primi freddi dorme volentieri sotto le coperte.

Esami del sangue : parametri perfetti.

Le ghiandole perianali non vanno più spremute. Ottimo sviluppo della muscolatura dei quattro arti… “

TERAPIA

Rimedio omeopatico confermato : una somministrazione ogni quattro settimane come terapia di mantenimento.

Gennaio 2012       Età : 8 anni e 3 mesi.      Follw up : 3 anni e 1 mese.

Sta benissimo. Dorme sempre fuori dalle coperte. Novità : piccola escrescenza sull’apice della testa…ma è la gioventù che avanza…Sembra avere perso la profondità della visione con il buio.

In Ambulatorio : mi osserva imbronciata.…” casca il mondo lei si scosta l’indispensabile “…

Andatura : perfetta. Si allena tre volte alla settimana al campo di agility.

TERAPIA

Rimedio omeopatico confermato : una somministrazione ogni quattro settimane come terapia di mantenimento.