Cartella clinica:

Simpaticissimo Bassotti adottato a circa 6 mesi di età proveniente dalla Romania. Da cucciolo era un giocherellone che scavava buche in terra e andava a caccia di lucertole. Non era un coccolone ma già abbastanza indipendente : prendeva in bocca la sua copertina e seguiva i Proprietari per la casa. Rubava i pupazzetti dei bambini.Sempre disponibile con gli estranei : sia cani che persone, ma permaloso :si ricordava di chi gli faceva un torto. Quando non sta bene se ne stava in disparte” come se volesse risolvere i suoi problemi da solo, era uno che sapeva curarsi

ANAMNESI

22 Ottobre 2003

Esame Ecocardiografico: lieve prolasso ed endocardiosi mitralica . Insufficienza mitralica scompensata. Evidente rigurgito mitralico atrio sinistro. Ingrandimento atriale sinistro in cui si osserva una massa infiltrante la parete atriale stesso. Terapia prescritta dal Collega Cardiologo : enalapril maleato, furosemide e acido acetilsalicilico. Riferito dei Proprietari :  la terapia somministrata al Paziente per quattro settimane senza risultati e poi abbandonata perché il cane faticava a respirare e a camminare, continuava ad avere delle crisi respiratorie; in pratica sembrava che la situazione peggiorasse con le terapie. La crisi convulsiva si presenta sempre la sera durante il sonno : si inarca sulla schiena , opistotono , guaisce, perde involontariamente le urine, poi si riprende e va a bere. La coscienza durante le prime crisi non c’era, mentre sicuramente era presente con le ultime. La durata è di 30 secondi. Frequenza : ogni 15 – 30 giorni prevalentemente la sera.

01 Luglio 2004 Prima visita Omeopatica.    Età : 15 anni e 3 mesi.

CARATTERE

Quando c’è un po’ di ” maretta ” in famiglia partecipa anche lui abbaiando e mettendosi in mezzo, veniva sempre a vedere ma non capisce a chi dar ragione. Quando i P. sono ammalati o tristi lui si siede vicino a loro e sembra condividerne la sofferenza. Ha convissuto per cinque anni con un altro cane più anziano che poi è morto, ma ha sempre comandato lui. Erano molto legati quando l’anziano stava male gli stava vicino. Prima del temporale sembra rattristarsi e poi si nasconde sotto il letto dei genitori. Ha  paura dei fuochi d’artificio ma quando finiscono si tranquillizza subito. Quando esce di casa durante o dopo la pioggia cerca un angolo asciutto per fare i suoi ” bisognini “. Non ama uscire di casa quando piove.Testardo : quando si fissa su qualcosa ce ne vuole per dissuaderlo. Il Proprietario è un  musicista : il cane quando lui suona il pianoforte si sdraia sotto e resta volentieri ad ascoltare. Trasmette le sue sensazioni : batte la musica con la coda : nacchere, tamburi, flauti : ama la musica classica. Impedisce abbaiando agli estranei di entrare nella stanza del pianoforte quando si suona. Attraversa le grate fuori dall’Ambulatorio senza problemi ( ne deduco che non ha paura dell’altezza). L’appetito è vorace : mangia tutto velocemente e quando i proprietari sono seduti a tavola abbaia perché pretende qualcosa dal loro piatto. Beve parecchio : sia dopo una passeggiata che quando è tranquillo a casa. A spasso beve anche dalle pozze e mangia la neve quando la vede. Durante un viaggio in auto ama stare affacciato al finestrino con la testa esposta al vento. D’inverno si infila volentieri sotto le coperte. D’estate ama sdraiarsi al sole.  In vacanza al mare con la famiglia è molto territoriale : in spiaggia all’arrivo di estranei si posiziona sui vestiti dei proprietari e abbaia nella loro direzione, fa volentieri il bagno con la sua famiglia. Ama percorrere con i proprietari lunghe passeggiate in montagna. Quando sente la parola ” montagna ” si eccita. In montagna ama tuffarsi in profondità nelle ” buche ” del fiume ed emerge con un sasso in bocca.

Cambiamenti del comportamento durante la malattia : Viene a cercare le coccole assumendo un atteggiamento vittimizzante e sembra trarne un beneficio. Sopporta la sofferenza e le terapie : si è lasciato fare di tutto.Quando sta proprio male si mette in posti dove abitualmente non sta : bisogna andare a cercarlo. Partecipa sempre alla vita di casa e balza in piedi sempre quando suonano alla porta. TERAPIA  Rimedio Omeopatico Costituzionale

01 Settembre 2004

Ricompare la forma convulsiva ogni quindici giorni : se lo risvegliano durante il sonno, opistotono, dolore, minzione involontaria! Considero la grande predisposizione all’indipendenza, la notevole sete, le convulsioni e le loro modalità, ecc. TERAPIA  Rimedio Costituzionale

28 Settembre 2004

Ricomparsa delle crisi con le stesse modalità. Da quando ha iniziato la terapia è molto più tonico. TERAPIA  Rimedio Costituzionale.

30 Settembre 2004

ore 2,30 a.m.  : ricomparsa delle crisi convulsive.

01 Ottobre 2004

Dalle ore 10 alle 11 a.m. : diverse crisi convulsive. Durata : 1 minuto circa. Frequenza : 7-8 crisi. TERAPIA  Rimedio Situazionale

05 Ottobre 2004

Ritorno delle crisi : ore 11 p.m. , ore 5 , 8.30  a.m. . Eco cardiografia :  Probabile rottura delle corde tendinee.  Neoformazione nella cavità dell’atrio sinistro. Deficit di ritorno venoso con stasi epatica. Soffio sistolico di intensità 4\6 in corrispondenza del focolaio mitralico irradiante destro.   Terapia prescritta dal Cardiologo : Benazepril Cloridrato ( Ace inibitore), furosemide,  cerotto di Nitroglicerina se necessario!    TERAPIA prescritta in base al risultato dell’ecocardiografia, considerata dalla prospetiva dei sintomi con valore omeopatico: nuovo Rimedio SituazionaleI Proprietari del cane hanno sempre seguito fedelmente le cura omeopatiche prescritte, tralasciando quelle allopatiche.

08 Ottobre 2004

Telefonico : ” sembra un miracolo : è guarito ! “, sembra stare benissimo.

11 Ottobre 2004

Ricompare una crisi epilettiforme. TERAPIA Rimedio Omeopatico Situazionale

26 Novembre 2004

Ricompare una crisi durante la luna piena, fino ad oggi era stato benissimo.

01 Dicembre 2004

Comparsa di una crisi importante.Riconsidero le modalità della crisi e confermo l rimedio situazionale.

16 Dicembre 2004

Ecocardio: Insuff. mitralica di grado severo con prolasso al lembo anteriore e rotturadelle corde tendinee.  Presenza in atrio sinistro di un’area ad ecogenicità dismogenea e dimensioni cm 3 x cm 3,2 compatibile con una neoformazione di carattere neoplastico probabilmente un Sarcoma. Cinetica e morfologia conservate.  Funzionalità aortica e tricuspidale nei limiti della norma. TERAPIA Rimedio Omeopaico Situazionale

05 Gennaio 2005

Distensione dello stomaco dopo aver bevuto che preoccupa i Proprietari.  Sintomo che aveva presentato solo da cucciolo . Dopo capodanno è peggiorato : manifesta quattro crisi epilettiformi  ed è molto meno attivo. TERAPIA Rimedio Omeopatico Situazionale

10 Gennaio 2005

Tre crisi convulsive subito dopo la somministrazione del Rimedio : due ravvicinate e una il giorno dopo un’ora.  Da Domenica 09 Gennaio 2005 sta bene. L’Itto cardiaco è molto meno accentuato. Meglio la respirazione, molto meno addominale e meglio la resistenza allo sforzo già dopo due giorni dalla somministrazione del Rimedio .   TERAPIA  Rimedio Omeopatico Costituzionale

17 Febbraio 2005

Ricomparsa di una crisi epilettiforme in seguito ad un litigio con un altro cane. Itto cardiaco : accentuato. Novità : sete intensa e mangia volentieri il ghiaccio.  La temperatura esterna è decisamente gelida. TERAPIA Rimedio Omeopatico Costituzionale

25 Febbraio 2005

Ricomparsa delle crisi in seguito a spavento. TERAPIA    Rimedio Omeopatico Costituzionale variando la potenza del rimedio

04 Marzo 2005

Novità : mostra un’estrema indecisione di fronte a qualunque scelta :guarda le ciotole, ma non sa da quale bere; gli si offre il prosciutto, lo prende in bocca e poi lo sputa;  se ne sta nel suo angolo e dorme, anche se gli si propone di giocare; si relaziona poco con gli altri sembra stralunato e prevale un’estrema indecisione : sono postumi da ischemia cerebrale ?  TERAPIA  Rimedio Omeopatico Situazionale

11 Marzo 2005

Decisamente migliorata l’indecisione, ma mangia quando e quello che vuole lui. Novità : manifesta una deglutizione difficile sia dei solidi che dei liquidi. TERAPIA  Rimedio Omeopatico Situazionale

16 Marzo 2005

La difficoltà di deglutizione difficile dei solidi e dei liquidi permane. TERAPIA  Ritorno al rimedio Omepoatico Costituzionale

23 Marzo 2005

Novità : desiderio di acqua fresca corrente . Meglio la respirazione anche se ancora un poco addominale. Mangia con appetito due omogeneizzati al giorno al gusto di pollo e manzo. Ancora troppo magro : va raddoppiata la quantità di cibo da offrirgli. Convulsioni : non si sono più verificate.  TERAPIA      Rimedio Omeopatico Costituzionale

28 Marzo 2005

Lunedì dell’Angelo, urgenza : Dispnea importante, posizione ” a preghiera ” appoggiato sui gomiti con la testa bassa e il sedere in alto. Fatica ad urinare, impiega anche 20 minuti per riuscirci. Gonfiore caviglia sinistra e piede omolaterale. Nell’ottica dei nuovi sintomi cambio rimedo e prescrivo un nuovo Rimedio  Omeopatico Situazionale

29 Marzo 2005

Esame Radiografico :  versamento pleurico.           WBC : 14,84.      Novità : ulcera bilaterale alla giunzione mucocutanea del labbro inferiore

29 Marzo 2005 Età : 16 anni e 18 giorni

ore 18,30 : decesso : durante lo sforzo per defecare

Nonostante la veneranda età Otto ha potuto vivere 9 mesi assolutamente accettabili con un’ottima qualità di vita:  il profondo effeto dell’omeopatia ha attenuato le crisi eppilettiformi riducendone frequenza ed intensità, ha rallentato la progressione del processo oncologico ed ha dato ad Otto un benessere generale che non sarebbe stato possibile ottenere con la terapia tradizionale a causa dei pesanti effetti collaterali dei farmaci utilizzati.