Cartella clinica:

Pulce, venne adottata piccolissima tanto che  i bambini di casa la allattarono con il biberon. Gattina bellissima, anche se trovatella, dall’aspetto e dal modo di porsi di una principessa, splendidi occhi azzurri, affettuosissima; fin da piccina ha cercato il contatto fisico e tuttora aspetta solo che il Proprietario si sdrai sul divano per un riposino per mettersi sulla sua spalla a dormicchiare, ogni volta seguendo un complesso cerimoniale come se volesse farsi desiderare. E’ sempre stata autorevole dominando tutti i gatti di casa, suoi figli e non, con un semplice sguardo. Sterilizzata a 4 anni, dopo aver avuto 3 cucciolate, ha dato il meglio di se stessa come mamma: alla seconda cucciolata ha allevato brillantemente i suoi 3 micini più altri 4 abbandonati appena nati e, da lei spontaneamente raccolti e portati nel suo nido con gli altri. Ha sempre partorito sul “lettone” dei Proprietari debitamente preparato con salviette per accoglierla, per poi trasferire i gattini, a cose fatte, nell’apposita cesta nido.

Prepotente e zuccona, è impossibile farle cambiare idea, è estremamente insistente ed assillante soprattutto in vecchiaia, e per quanto riguarda il cibo, ma anche capace di grandissima dolcezza solo con i Proprietari e con i suoi figli anche se adulti. Molto indipendente ed emancipata, sicura di sé: cerca i suoi spazi personali isolandosi, non ama condividere niente con gli altri animali di casa cani o gatti essi siano. Molto territoriale non ha mai tollerato intrusioni di gatti estranei nel suo giardino, se non in gioventù, per fugaci storie amorose. Sempre sanissima, non è mai stata vaccinata.

Settembre 2002

Ha sofferto moltissimo per l’ingresso di una cucciola di Bulldog in casa, che le ha portato via parte delle attenzioni del suo padroncino preferito, ne è tuttora molto gelosa e la ignora ad oltranza passandole vicino altezzosa e distaccata e lasciando la stanza quando questa ci entra, a meno che non sia in braccio al Proprietario e ovviamente in una postazione di privilegio.

Agosto 2008        Età  15 anni

Ha scatti improvvisi: si contrae e  urla dal dolore mordendosi la schiena, all’inizio anche ripetutamente per più volte al giorno, inizialmente si pensa ad una colica , ma alla radiografia appare un quadro gravissimo di spondilosi vertebrale estremamente peculiare in un gatto. Forte dolore al tatto in zona sacrale. Il pelo, sempre stato folto e lucente, è rado ed ha un aspetto untuoso. Tende a nascondersi e non avvicina nemmeno il Proprietario, se non per mangiare. Con una certa difficoltà le prescriviamo un rimedio.

La gatta si contorce dal dolore quando la sdraio sul tavolo per l’esecuzione della radiografia

Radiografia e descrizione patologia

Spondilosi vertebrale di IV° grado da S1 a T10.  Importante artrosi sacro -iliaca.

TERAPIA  Rimedio Omeopatico situazionale e poi Costituzionale.

10 Ottobre 2008


Le crisi si sono un poco diradate e durano leggermente meno, anche il pelo che era più rado e non più uniforme sta migliorando. Permane dolore al tatto.

TERAPIA Rimedio costituzionale alla potenza più alta

21Gennaio 2009

Le crisi sono ormai episodiche: la frequenza varia da una a tre volte la settimana, il pelo è diventato lucente e Pulce è più disponibile.

TERAPIA  Rimedio Costituzionale  .

12 Marzo 2009

Le crisi si sono ulteriomente diradate diradate: si manifestano ogni una o due settimane, anchel’aspetto del pelo è notevolmente migliorato e le intemoeranze del carattere si sono quasi normalizzate.

TERAPIA: Rimedio Costituzionale alla potenza più alta.

17 Aprile 2009         Età  15anni e 10 mesi

Le crisi sono praticamente scomparse, la micia si muove decisamente meglio ed ha ripreso a saltare con scioltezza per raggiungere i suoi posti di riposo preferiti, in alto, isolata dal resto del mondo, decisa e autorevole come sempre, mangia con grande appetito ed il pelo è lucente. Permane leggero dolore accarezzandola in zona sacrale.

Esame Radiografico: sovrapponibile al precedente.

La micia si lascia sdraiare sul tavolo e manipolare senza problemi.

TERAPIA  Continua ad assumere il Rimedio Omeopatico Costituzionale alla potenza più alta.

E’ sicura di poter ormai invecchiare mantenendo il suo innato stile aristocratico ed il suo gelido selfcontrol tanto inglese!

25 Novembre 2009

Pulce continua a star bene, non manifesta più crisi e continua ad assumere il Rimedio Omeopatico costituzionale una volta al mese.