Agenti epatotossici

Dott.ssa Chiara Scerna – chiara.scr@alice.it

 

Le intossicazioni sono spesso causa di lesioni epatiche; sede, tipo e gravità del danno variano al variare della sostanza tossica ingerita dall’organismo.

L’arsenico il fosforo ed il tetracloruro di carbonio, come il rame, causano steatosi, il ferro è profibrogeno, le aflatossine provocano l’insorgenza di cirrosi, tumori ed hanno azione anticoagulante (inibizione della sintesi di protrombina nel fegato), i policlorobifenili (PBC), gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e gli organoclorurati (OC) sono potenti induttori ed inibitori del sistema microsomiale epatico, gli anticoagulanti (warfarin e dicumarolo) alterano la sintesi dei fattori della coagulazione e le amanitine, tossine del fungo Amanita Phalloides, sono causa di ittero ed epatomegalia.

 

 

I FANS, farmaci antiinfiammatori non steroidi, sono noti per gli effetti collaterali al livello gastrico e renale dovuti all’azione di inibizione della sintesi delle PG (prostaglandine), meno nota è l’epatotossicità causata sia da reazioni idiosincrasiche proprie dell’organismo (uomo, animali) sia dall’azione propria del farmaco in grado di provocare danno al parenchima epatocellulare (steatosi) ed al tratto biliare (colestasi). L’aspirina, il carprofen ed il fenilbutazone sono FANS con epatotossicità intrinseca (propria del principio attivo).

Il diazepam, utilizzato come anticonvulsivante e per il controllo di comportamenti anomali (ad es. nel gatto per la minzione in luoghi inappropriati) è responsabile della comparsa di vomito, riduzione dell’appetito, ittero, dell’aumento degli enzimi epatici e dell’insorgenza di un’epatite fulminante molto grave con alterazioni della coagulazione ed insufficienza renale.

Il gatto è particolarmente sensibile agli effetti collaterali del diazepam, mentre nel cane si riscontra una sensibilità maggiore nei confronti dell’alotano, un anestetico gassoso epatotossico in questa specie.

Bibliografia: Nelson RW, Couto CG “Medicina Interna del cane e del gatto” seconda edizione italiana Masson, 2002.

Ettinger SJ, Feldman EC “Trattato di Clinica Medica Veterinaria: malattie del cane e del gatto” vol. 1-2 Antonio Delfino Editore, 2001.

Michael Schaer “Medicina clinica del cane e del gatto” Edizione Masson Elsevier. Milano. 2006.