Con l’ingestione di cisti infettanti presenti nella carne cruda infetta di piccole prede come uccelli, topi ecc.
da parte dei gatti, inizia il ciclo biologico del toxoplasma.
Il microrganismo si moltiplica nell’intestino per alcuni giorni, senza dare alcun sintomo al gatto, il quale
quindi elimina nell’ambiente, con le feci una grande quantità di forme infettanti chiamate oocisti.
Queste forme, essendo molto resistenti, sopravvivono e restano infettanti anche per mesi nel caso in cui l’ambiente sia umido e ombreggiato.

Oociste matura (da ilmondodeltslb.jimdo.com)

Dopo questo periodo, i gatti in buone condizioni di salute smettono di eliminare le oocisti e sviluppano una immunità che non permette nuove infezioni e quindi eliminazioni di microrganismi con le feci.
In tutti gli animali, uomo compreso, (raramente nel gatto), una volta ingeriti , alcuni parassiti oltrepassano l’intestino, vanno in circolo, si incistano nei muscoli (cistozoiti ) ed in altri organi e si rendendo disponibili per il gatto nelle piccole prede, così da chiudere così il ciclo biologico del Toxoplasma.