Eziologia

Eziologia

Dott.ssa Chiara Dissegna – chiara.dissegna@libero.it

Malassezia pachydermatis è un lievito saprobiotico lipofilico che isola comunemente nel condotto uditivo esterno sano e sulla cute di cani e gatti. Il lievito colonizza la cute immediatamente dopo la nascita. In certi casi esso può moltiplicare eccessivamente dando luogo ad una dermatosi eritematosquamosa, solitamente accompagnata da cattivo odore.

Malassezia pachydermatis fa parte del genere Malassezia, insieme ad altre 6 specie (M. furfur, M. sympodialis, M. globosa, M. obtusa, M. restricta e M. sloofiae): sono lieviti di piccole dimensioni (dai 2 ai 7 µm) che si riproducono per gemmazione unipolare ripetitiva.

Diapositiva2

Ci sono fattori che permettono lo sviluppo eccessivo di Malassezia, come l’aumento dell’umidità locale, una produzione di sebo eccessiva o alterata, la presenza di pliche cutanee o ancora danni alla funzione di barriera della cute. Queste alterazioni dell’equilibrio cutaneo spesso hanno una causa sottostante, soprattutto nel cane, ad esempio:

  • lesioni della cute date da ectoparassiti, in particolare la demodicosi
  • malattie endocrine, soprattutto ipotiroidismo
  • ipersensibilità cutanea (dermatite atopica)
  • piodermiti
  • terapie con corticosteroidi o con antibiotici
  • alterazioni della cheratinizzazione (es. seborrea idiopatica, disfasia epidermica del West Highland White Terrier)
  • nei gatti: infezione da FIV, neoplasia maligne come il timoma o l’adenocarcinoma del pancreas