SEGNALAMENTO

Soggetti di età media sono i più colpiti da questa patologia, tuttavia la trombocitopenia immunomediata può colpire cani di ogni età. Tra le specie maggiormente colpite si annoverano quelle di piccola taglia (toy), barboncini, ma anche cocker spaniels e Pastore Tedesco. Sono segnalati casi di meticci colpiti da questa patologia immunomediata. In conclusione, qualsiasi razza può essene vittima.

da it.123rf.com

PRESENTAZIONE CLINICA

Spesso la ragione per cui un cane affetto da trombocitopenia viene sottoposto alla visita veterinaria non è relativa a disordini sanguigni; piuttosto sintomi generici come letargia, debolezza ed anoressia spingono i proprietari a portate il cane in ambulatorio per un approfondimento diagnostico. In alcuni casi i soggetti sono asintomatici; la prima alterazione rilevata consiste in una diminuzione delle cellule del sangue. Nel caso di una trombocitopenia secondaria, invece, il soggetto viene sottoposto alla visita clinica a causa dei sintomi relativi ad una patologia sottostante (ad esempio linfonodi ingrossati, oppure dispnea con istoplamosi diffusa). In alcuni casi segni di emorragia in soggetti apparentemente sani, piuttosto che complicazioni durante interventi di routine possono essere segni di trombocitopnia immunomediata.

petecchie gengivali in un cane affetto da trombocitopenia
da veterinarymedicine.dvm360

VISITA CLINICA

Inizialmente viene valutata la storia del cane, con particolare interesse nei confronti di episodi di emorragie o vaccinazioni recenti (circa un mese prima). Inoltre vengono valutati trattamenti con farmaci potenzialmente dannosi per le cellule del sangue (ad es. aspirina). E importante valutare il soggiorno in aree endemiche di patologie sostenute da parassiti quali erlichiosi o dirofilariosi. Si procede quindi con una visita clinica che tenga in considerazione qualsiasi alterazione del comparto emostatico (compreso un esame oftalmico ed eventualmente un esame delle feci per valutare la presenza di sangue digerito nelle feci –melena-). Non si deve dimenticare di analizzare anche gli organi interni (milza, spesso aumentata di volume). Nel caso si sospetti una trombocitopenia emolitica, un prelievo del sangue è il primo passo da fare. Esaminare sia la situazione cellulare che il profilo coagulativo, senza dimenticare il titolo anticorpale.

da jndyos.com

CONFERMA DIAGNOSTICA

La conta piastrinica è il campanello d’allarme; valori di normalità oscillano da 200.000 a 500.000 piastrine/µl (alcune razze come Greyhound e Shiba Inu possono presentare valori al di sotto di tale soglia).

I globuli bianchi possono essere aumentati (leucogramma da stress), come anche rimanere nei range di normalità. In caso di patologie correlate il quadro dei globuli bianchi può essere alterato, anche se in soggetti colpiti da trombocitopenia immunomediata il leucogramma risulta essere modificato in misura minore.

Dato che la diagnosi si raggiunge tramite l’esclusione di altre patologie, si dovrebbe procedere all’analisi di ulteriori comparti: le urine, il sangue (con particolare attenzione alla presenza di parassiti quali rickettsie e piroplasmi), il midollo osseo (attraverso un ago aspirato, per valutare l’attività e la reattività del midollo osseo stesso).

 

Bibliografia
Lewis DC, Meyers KM, Canine idiopatic thrombocytopnic purpura. J Vet Med 1996; 10:207-218.
Lewis DC, Meyers KM, Callan MB, et al. Detection of platelet-bound and serum platelet-bindable antibodies for diagnosis of idiopathic thrombocytopenic purpura in dogs. J AM Vet Med Assoc 1995;206:47-52.
Kohn B, Englebrecht R, Leibold W, et al. Clinical signs, diagnostics and treatment results in canine primary and secondary immune-mediated thrombocytopenia. Kleintierprax 2000;45:893-907
Thomason KJ, Feldman BF. Immune-mediated thrombocytopenia: diagnosis and treatment. Compend Contin Educ Pract Vet 1985;7:569-576
Bussel J, Cines D. Immune thrombocytopenic purpura, neonatal alloimmune thrombocytopenia, and post-transfusion purpura. In: Hoffmann R, Benz Jr EJ, Shattil SJ, et al., eds. Hematology, Basic Principles and Practice, 3rd ed.New York: Churchill Livingstone Co, 2000:2096-2114.
Wilkins RJ, Hurvitz AJ, Dodds-Laffin J. Immunologically mediated thrombocytopenia in the dog. J Am Vet Med Assoc 1973;163:277-282
Bailiff NL, Norris CR, Clinical signs, clinicopathological findings, etiology, and outcome associated with hemopthysis in dogs: 36 Cases (1990-1999). J Am Anim Hosp Assoc 2002;38:125-133
Jans HE, Armstrong PJ, Price GS. Therapy of immune mediated thrombocytopenia. A retrospective study of 15 dogs. J Vet Intern Med 1990;4:4-7
Rozanski EA, Callan MB, Huges D, et al. Comparison of platelet count recovery with use of vincristine and prednisone or prednisone alone for treatment for severe immune-mediated thrombocytopenia in dogs. J am Vet Med Assoc 2002;220:477-481
CookAK, Bertoy EH, Gregory CR. Effect of oral cyclosporine (CS) in dogs with refattory immune-mediated anemia (IMA) or thrombocytopenia (ITP). J Vet Intern Med 1994;8:170
Williams DA, Maggio-Price L. Canine idiopathic thrombocytopenia: clinical observations and long-term follow-up in 54 cases. J Am Vet Med Assoc 1984;185:660-663
Jackson ML, Kruth SA. Immune-mediated haemolytic anemia and thrombocytopenia in the dog: a retrospective study of 55 cases diagnosed from 1969 through 1983 at he Western College of Veterinary Medicine. Can Vet J 1985;26:245-250
Putsche JC, Kohn B. Primary immune-mediated thrombocytopenia in 30 dogs (1997-2003). J Am Anim Hosp Assoc 2008;44:250-257