Eziologia e sintomatologia clinica

Dott.ssa Chiara Scerna – chiara.scr@alice.it

 

Eziologia:

Le cause che portano allo sviluppo di tumori primari sono quasi del tutto sconosciute, una componente tossica (sostanze cancerogene, composti radioattivi, tossine alimentari come le aflatossine) e parassitaria (distomatosi) potrebbe essere associata allo sviluppo di neoplasie epatiche che invece non sembrano avere nessun legame eziologico con le infezioni virali (epatiti) come avviene nell’uomo.

Non sono riportate predisposizioni di razza, anche se nel Labrador è stata evidenziata una maggiore incidenza del carcinoma biliare.

 

Sintomatologia clinica:

I sintomi compaiono contemporaneamente al raggiungimento di uno stadio avanzato della patologia tumorale, l’animale viene portato a visita per anoressia e letargia (gatto), vomito ed ascite (cane), dimagrimento, poliuria e polidipsia, aumento di volume dell’addome, a volte ittero (per ostruzione del dotto biliare) e diarrea, coinvolgimento del sistema nervoso centrale con convulsioni ed encefalopatia epatica ed infine se l’origine è metastatica con sintomi del tumore primario.

Fenomeni emorragici con anemia e mucose pallide possono manifestarsi in corso di lacerazione tumorale, evenienza non del tutto rara in caso di carcinoma epatocellulare ed emangiosarcoma; quadri di grave debolezza miastenica e cachessia associati al carcinoma possono essere relativi a sindromi paraneoplastiche.

 

Bibliografia: P.S. Marcato “Anatomia e Istologia Patologica Generale Veterinaria” Terza edizione Edagricole. 1997.

Stephen J. Birchard, Robert G. Sherding “Medicina e chirurgia degli animali da compagnia. Manuale pratico” Terza edizione Elsevier Masson. 2009.

Ettinger SJ, Feldman EC “Trattato di Clinica Medica Veterinaria: malattie del cane e del gatto” vol. 1-2 Antonio Delfino Editore, 2001.