dott.ssa Chiara Dissegna – chiara.dissegna@gmail.com

 

La maggior parte dei funghi è commestibile, ma alcune specie contengono delle tossine che provocano disturbi caratteristici; alcune specie contengono solo tossine irritanti a livello gastrointestinale (resinoidi), altre che agiscono sul sistema nervoso centrale (muscarina, acido ibotenico, muscimolo, psilocibina), altre che agiscono sul fegato (amatossine) o il rene (orellanina).

Sintomi

Il cane ha gli stessi identici sintomi del’uomo. Sempre presenti ci sono nausea, vomito, diarrea e dolori addominali.

A seconda della specie fungina ingerita i sintomi possono comparire in tempi molto brevi (da 30 minuti a 6 ore dall’ingestione) e in questo caso l’evoluzione è benigna, si risolverà in 24/48 ore.

Quando il vomito e la diarrea compaiono dopo 12-20 ore, la pericolosità dell’intossicazione può essere tale da mettere in pericolo la vita dell’animale per la comparsa, dopo circa due giorni, di un’epatite gravissima (Amanita phalloides e simili).

Alcune specie (Amanita muscaria, Amanita phanterina) provocano anche sonnolenza, agitazione, disorientamento, tremori e allucinazioni; altri invece un aumento di tutte le secrezioni (salivazione, lacrimazione) con possibile difficoltà respiratoria e ipotensione.

Terapia

Se vediamo l’animale ingerire il fungo, è importante raccogliere i frammenti così da mostrarli al Micologo che ci dirà a quale specie appartiene e se ci sono dei pericoli. Qualora non fosse possibile, il veterinario provvederà alla decontaminazione con lavanda gastrica, carbone, terapia e sintomatica e osservazione per circa 24 ore.

I disturbi gastrointestinali molto intensi devono far pensare all’ingestione di specie epatotossiche, con conseguente adeguamento della terapia per sostenere il fegato.

Per l’ingestione di Amanita phalloides e altri funghi contenenti amatossine, non ci sono antidoti!

Bibliografia
Intossicazioni indoor negli animali domestici – Bollettino AIVPA 2009/4
Come prevenire e curare le intossicazioni negli animali a quattro zampe – dott.ssa Assisi-  Centro antiveleni di Milano