Ostectomia ulnare con applicazione di innesto adiposo autogeno libero

Dott. Mauro Dodesini – mauro.dodesini@omeopatiapossibile.it

 

Indicazioni :

correzione delle deformità di crescita di radio e ulna secondarie ad una chiusura prematura delle fisi.

Scopo dell’intervento :

a) liberare la crescita del radio dal disturbo dell’ulna.

Ci si augura che nella porzione superiore dell’ulna si ripristini una normale coerenza tra i capi articolari.

b) attraverso l’inserimento di un lembo adiposo evitare il rinsaldamento dell’ulna.

Fattore discriminante principale :

le cartilagini di accrescimento del radio potenzialmente siano ancora di crescere fino ad ottimizzarne la crescita e a correggerne la deviazione angolare.

Tecnica chirurgica :

inciso l’avambraccio lateralmente così da liberare il terzo inferiore dell’ulna e si esegue un’ostectomia con cesoie da ossa o con una sega oscillante di cm 1-2.

Viene scelta questa sede perché una mancanza di continuità dell’ulna non sembra causare un’instabilità dell’articolazione del carpo e del gomito.

Qualora si rendesse necessario si blocca l’emorragia dell’arteria interossea. Successivamente si asporta il pezzetto di osso assicurandosi di asportare completamente il periostio per evitare una stabilizzazione dell’ulna.

Si enuclea dal fianco un voluminoso frammento di tessuto adiposo che si inserisce nella sede dell’osso asportato e si fissa con suture ai tessuti molli contigui.

 

Diapositiva01
Esposizione dell'ulna distale. Si esegue l'ostectomia appena prossimalmente alla diafisi ulnare distale (da Bojrab, Tecnica chirurgica, Ed. UTET, 2001)
Diapositiva02
Si rimuove un tassello osseo di circa 1-2 cm avendo cura di asportare anche il periostio (da Bojrab, Tecninca chirurgica, Ed. UTET 2001)

 

Diapositiva03
Si preleva un'abbondante porzione di tessuto adiposo dalla regione del fianco (Da Bojrab, Tecnica chirurgica, Ed. UTET 2001)
Diapositiva04
Si inserisce l'innesto adiposo nella zona di difetto creata con l'ostectomia (da Bojrab, Tecninca chirurgica, Ed. UTET 2001)

 

Complicazioni :

a) Qualora si saldasse l’ulna nella sede dell’intervento e il paziente ancora in età di accrescimento è consigliabile ripetere l’interevento chirurgico.

b) Quando ultimato l’accrescimento è ancora presente la deviazione angolare si consiglia di sottoporre il paziente ad un ulteriore intervento per un’ostectomia correttiva del radio.

Trattamento post operatorio :

Si protegge l’arto operato con un bendaggio di cotone e\o di un tutore esterno per due settimane.

I bendaggi steccati vanno applicati con moderazione in un cucciolo in accrescimento perché possono determinare un’iperestensione del carpo a causa della lassità dei tendini flessori.

Obbligatoria è la riduzione dell’attività fisica e consigliabile ad ogni controllo mensile fino al completamento della crescita ossea l’esecuzione di un esame radiografico per monitorare la eventuale crescita del radio, la correzione della deviazione angolare e confermare la discontinuità dell’ulna.