Il ciclo estrale

Dott.ssa Chiara Dissegna – chiara.dissegna@gmail.com

A partire dal lupo, il cane dei nostri giorni ha subito numerosi e profondi cambiamenti che non hanno interessato solamente le dimensioni e le caratteristiche fisiche esterne, ma  anche il comportamento, le abitudini, l’alimentazione e ovviamente i cicli riproduttivi.

Il lupo è un animale stagionale: le femmine hanno un solo periodo estrale per anno (da gennaio a marzo) durante il quale il maschio produce spermatozoi. L’addomesticamento ha portato invece le femmine ad avere fino a due o tre cicli l’anno e i maschi ad essere sempre fertili.

La femmina di cane domestico è tradizionalmente considerata un animale monoestrale  non stagionale: un unico ciclo nel periodo riproduttivo. Ormai il cane domestico è poco influenzato dal fotoperiodo e può presentare calori in qualsiasi mese dell’anno (con incidenza maggiore nei mesi primaverili a luminosità crescente).

Frequenza del momento di inizio del proestro durante i mesi dell'anno nella cagna da riproduzione (da Christie e Bell)

Il periodo estrale è perciò seguito da un lungo periodo di quiescenza. Sono stati fatti molti studi riguardanti i fattori che intervengono nel determinare la durata di questo periodo interestrale (come la razza, l’età, le dimensioni, la stagione..) ma i risultati sono spesso contradditori. La media della durata dell’intervallo tra i cicli ovarici è di 7, 5 mesi, con quindi due calori l’anno (esistono ovviamente le eccezioni: Basenji, Boston Terrier e Dingo presentano un solo calore l’anno, il Pastore Tedesco arriva facilmente a tre).

 

RAZZA MEDIA VARIAZIONE
Pastore tedesco 26 22-30
Beagle 34 30-40
Boxer 34 30,5-42,6
Cavalier King 34 30-36
Chihuahua 31
Cocker spaniel 32 26-39
Bassotto nano 33,5 29-41
Golden retriever 33 27-39,5
Labrador retriever 29 25-34
Pechinese 29 26-32
Spitz tedesco 27
Barbone nano 27 24-32
Scottish terrier 28 26-31
Yorkshire terrier 32 31-34

In tabella sono è riportata la durata media e le variazioni del periodo interesetrale delle diverse razze (da Christie e Bell).

Il ciclo estrale si compone di quattro fasi: PROESTRO-ESTRO-DIESTRO e ANESTRO.

Ovaio e utero in anestro (A), proestro (P), estro (E) e primo diestro (D). (da Chandra e Adler)

 

Bibliografia

Farabolini, Majolino, Spallarossa, Zambelli “Manuale di Ostetricia e neonatlogia del cane e del gatto”, 2010

Christiansen “La riproduzione nel cane e nel gatto”