Otoematoma


L’otoematoma è una raccolta di sangue all’interno della lamina cartilaginea del padiglione auricolare.

Si presenta come una tumefazione fluttuante, ripiena di liquido, a carico della parte concava del padiglione.

La patogenesi non è ancora del tutto chiara; la causa principale è lo scuotimento della testa e il grattamento che accompagnano un’otite media o esterna con rottura della cartilagine. Altre cause di otoematoma possono essere alcune malattie autoimmuni dermatologiche o ancora una fragilità vasale individuale.

L’ematoma origina dai rami dell’arteria auricolare che, lesionata, porta ad un accumulo di liquidi tra la cartilagine auricolare e lo strato cutaneo. E’ una lesione dinamica: il sanguinamento continua fino a quando la pressione dell’ematoma eguaglia la pressione dell’arteria che lo ha provocato; nel momento in cui il grattamento o lo scuotimento della testa causano un’ulteriore scollamento della cartilagine, il sanguinamento riprende. Le dimensioni dell’ematoma aumentano fino a quando l’effetto “cuscino” dell’ematoma stesso non riesce a contrastare gli effetti degli autotraumaismi.

TERAPIA

E’ consigliabile agire il più presto possibile con la chirurgia. Se si attende la fibrosi e la contrazione della cartilagine ci sono maggiori probabilità di lasciare deformato il padiglione. La semplice aspirazione non basta perchè le recidive sono frequenti. E’ necessario incidere per rimuovere l’ematoma e poi effettuare una serie di suture per evitare le recidive e mantenere la forma e l’aspetto dell’orecchio.

da "Indicazioni cliniche e chirurgia dell'orecchio del cane e del gatto" prof. Paolo Burraco