Sintomatologia

Dott.ssa Dissegna Chiara

 

SISTEMICA

I gattini esposti per la prima volta al FHV-1 generalmente sviluppano febbre, letargia, inappetenza, starnuti, tosse, scolo nasale e congiuntivite con scolo oculare. La gravità di questi sintomi varia a seconda del ceppo virale, all’età dell’animale, allo stato immunitario e alla suscettibilità propria del soggetto. Il virus di solito è confinato alle alte vie respiratorie e agli occhi ma occasionalmente invade i polmoni facilitando l’insorgere di una polmonite batterica secondaria. I gatti affetti da questa polmonite sono solitamente destinati a morire. Il virus può anche essere ritrovato nel cervello, fegato e milza. I gatti con infezione primaria da FHV-1 di solito guariscono in 10-21 giorni. Anche se molti guariscono solo con una terapia di sostegno generale, alcuni necessitano di trattamenti più intensivi.

 

Diapositiva03

 

I gatti adulti in seguito a infezione da FHV-1 mostrano episodi ricorrenti di malattia più che un’infezione acuta. I segni clinici più comuni legati a questa forma sono raffreddore e scolo nasale, congiuntivite e ulcerazioni alla cornea.

OCULARI: nei gattini, il sintomo oculare più caratteristico nell’infezione primaria è la congiuntivite. Questo sintomo include iperemia, secrezioni oculari dal sieroso al purulento e blefarospasmo. L’epitelio congiuntivale mostra aree di ulcerazione di dimensioni variabili. Per essere purulento, lo scolo non necessita di una sovrinfezione batterica. In certi casi di congiuntivite grave si arriva al sinblefaro. Se non viene trattato precocemente, il sinblefaro diventa permanente e difficile da risolvere.

 

Diapositiva04