Sintomatologia

Dott.ssa Chiara Dissegna – chiara.dissegna@gmail.com

I segni clinici variano molto a seconda della gravità della lesione. I gatti possono anche non dimostrare alcun sintomo e la patologia viene notata accidentalmente durante la visita. I gatti malati possono presentare ptialismo, alitosi, dolore all’apertura della bocca, difficoltà di prensione dell’alimento, desiderio di alimenti morbidi rispetto ai secchi, anoressia e perdita di peso. L’esame fisico rivela lesioni eritematose, ulcerative o proliferative delle gengive, degli archi glosso-palatini della lingua, della mucosa vestibolare, del palato duro, del faringe e delle labbra. Occasionalmente si può riscontrare linfoadenopatia dei linfonodi sottomandibolari.

Diagnosi differenziale con:

patologie periodontali, infezioni da retrovirus, calicivirus, granuloma eosinofilico, neoplasia e patologie sistemiche come insufficienza renale e disordini legati alla malnutrizione di proteine e calorie o predisposizione a infezioni (diabete mellito).

Diapositiva03