Dott.ssa Chiara Scerna

chiara.scr@alice.it

Sintomatologia clinica:

I sintomi clinici dipendono dalla localizzazione, dal numero di calcoli, dalla grandezza e dalla composizione chimica.

La localizzazione monolaterale dei calcoli può essere asintomatica e per tale motivo rappresentare un reperto occasionale evidenziato durante le comuni indagini diagnostiche (radiografia, ecografia, risonanza e tomografia); al contrario l’interessamento bilaterale solitamente si manifesta con segni e sintomi di insufficienza renale cronica.

Insuff Renale 28

Calcoli ostruenti e tappi possono indurre dilatazione/distensione vescicale ed uretrale, fino alla lacerazione, tale da causare ascite e versamento liquido sottocutaneo o perineale; uroliti dalla superficie liscia danneggiano in misura inferiore la mucosa delle vie urinarie al contrario dei calcoli con superfici irte, irregolari, a spuntoni, (es. calcoli di silicio, di struvite e misti) che irritano meccanicamente le strutture anatomiche interessate.

Insuff Renale 29
Pollachiuria: bisogno frequente di urinare con emissione di piccole quantità di urine. Disuria: minzione difficoltosa. Stranguria: minzione dolorosa. Ematuria: presenza di sangue nelle urine.

 

Terapia:

L’approccio terapeutico alle litiasi urinarie varia in base alla composizione chimica, alla forma ed alle dimensioni del calcolo, alla localizzazione anatomica ed alla sintomatologia clinica; la terapia può essere dietetica, chirurgica o di frantumazione degli uroliti (litotrissia o litotripsia) attraverso l’utilizzo di uno strumento chiamato litotritore che emette onde d’urto ad alta energia in grado di ridurre in piccoli frammenti i calcoli presenti al livello uretrale e favorirne di conseguenza l’espulsione attraverso le urine.

Ogni approccio presenta rischi e benefici ed in primis l’intervento chirurgico non è privo di svantaggi tra cui l’invasività della pratica chirurgica, i pericoli legati all’anestesia e la possibilità di non riuscire ad asportare il calcolo nella sua interezza.

Insuff Renale 30

La terapia medica, dietetica, di dissoluzione e preventiva prevede un approccio generale al paziente che può durare anche per periodi prolungati; l’obiettivo è quello di ridurre la concentrazione dei sali disciolti nelle urine (al fine di evitarne la precipitazione e l’aggregazione in forma di calcoli), di renderli maggiormente solubili (modificando il pH urinario), di aumentare il volume urinario (produzione di urine meno concentrate con peso specifico ridotto), di correggere gli squilibri idro-elettrolitici e le alterazioni dell’equilibrio Acido-Base e di trattare le eventuali infezioni delle vie urinarie.

Insuff Renale 31

Insuff Renale 32

Insuff Renale 33

La terapia della litiasi calcica (ossalato e fosfato di calcio) è prevalentemente chirurgica in quanto attualmente non si evidenziano protocolli medici risolutivi.

In seguito all’asportazione dei calcoli è invece possibile intervenire con terapie dietetiche preventive (riduzione della quota proteica, controllo dell’assunzione di calcio, ossalati e sodio) che assicurino un corretto apporto di magnesio, fosforo e vitamine; per favorire la solubilità dei calcoli di ossalato è opportuno mantenere un’urina debolmente alcalina senza innalzare il pH in maniera eccessiva onde evitare la formazione di calcoli di fosfato di calcio.

L’approccio alla litiasi silicica comprende l’asportazione chirurgica e la terapia dietetica di prevenzione, atta ad evitare il riformarsi dei calcoli; come principio generale è opportuno ridurre l’assunzione di silicati, acido silicico e silicato di magnesio con la dieta e favorire l’alcalinizzazione delle urine.

Insuff Renale 34

La frequenza di ricomparsa dei calcoli è sicuramente maggiore per quanto riguarda le litiasi su base metabolica ed in caso di predisposizioni ereditarie e/o di razza (litiasi calcica, uratica e cistinica); per tale motivo soggetti affetti da calcolosi delle vie urinarie dovrebbero essere controllati e monitorati costantemente, a cadenza mensile, mediante l’analisi completa delle urine, l’urinocoltura ed eventualmente l’indagine radiografica.

Insuff Renale 35

 

Bibliografia
Guyton & Hall "Fisiologia medica". Edises. Edizioni scientifiche ed universitarie. Seconda edizione. 2001.
Nelson RW, Couto CG “Medicina Interna del cane e del gatto” seconda edizione italiana Masson, 2002.
www.calcolirenali.info
www.urologia.unibo.it
glossario.paginemediche.it