Dott.ssa Chiara Scerna – chiara.scr@alice.it

La prevenzione nei confronti di patologie mediate da estrogeni (prolasso ed iperplasia vaginale) a seguito della sterilizzazione comporta però che la modificazione ormonale vada ad inficiare negativamente sulle strutture deputate al controllo della minzione, dove gli estrogeni svolgono ruolo fondamentale.

L’incontinenza ed i disturbi della minzione post sterilizzazione nella cagna vengono trattati comunemente con una terapia a base di estrogeni.

SPECIE CANINA
Nella cagna la “ vescica pelvica ” sembra essere un fattore di rischio per lo sviluppo di incontinenza post sterilizzazione; la maggior parte dei soggetti con vescica posizionata troppo caudalmente (la vescica non si trova anteriormente alla pelvi ma in posizione intrapelvica) sviluppa più frequentemente patologie della minzione.

SPECIE FELINA
Nella gatta l’incontinenza è meno frequente e non si verifica quasi mai.
L’incontinenza post sterilizzazione/castrazione viene generalmente classificata nei disturbi della minzione non neurogeni. La causa più comune è un mal funzionamento dello sfintere uretrale (incompetenza uretrale).


L’incompetenza dello sfintere predispone all’insorgenza di infezioni batteriche e cistiti ricorrenti che possono aggravare il quadro clinico (incontinenza da urgenza).

Incontinenza da urgenza:

Condizioni infiammatorie persistenti o ricorrenti che riducono l’elasticità del muscolo detrusore

(instabilità del detrusore)