La toxoplasmosi è una patologia molto pericolosa se contratta in gravidanza: l’infezione infatti può passare al feto attraverso la placenta, provocando danni di gravità variabile a seconda dell’epoca gestazionale, dello stadio di maturazione del feto nel momento dell’infezione e da fattori inerenti al toxoplasma.

Può verificarsi:

  • riassorbimento fetale se il contagio avviene durante le prime tre settimane di gravidanza;
  • aborto se il contagio avviene nei primi tre mesi di gravidanza;
  • ritardo mentale, corioretinite, idrocefalo, se il contagio avviene in un periodo successivo;
  • nel neonato tardivamente, si possono avere convulsioni, nistagmo e microcefalia