Visita clinica

Dott. Mauro Dodesini – mauro.dodesini@omeopatiapossibile.it

 

  • veteSegnalamento

Razza: importante predisposizione di particolari razze a determinate patologie articolari

BOA: Bread Oriented Approach
Età: le patologie articolari si manifestano con modalità caratteristiche nel giovane in accrescimento, nell’adulto e nell’anziano
Sesso

  • Motivazione della visita

Segni e atteggiamenti riferiti dal proprietario:

zoppie,

difficoltà di deambulazione,

rigidità articolari,

periodi di inattività,

episodi di aggressività,

intense vocalizzazioni

  • Anamnesi

Ambiente e abitudini di vita,

attività fisica e impiego del cane,

traumi pregressi,

eventi precedenti alla zoppia,

modalità della zoppia

  • Esame obiettivo generale

Valutazione dello stato generale del soggetto:

stato di nutrizione,

tonicità muscolare,

rilievo di particolari atteggiamenti

  • Esame obiettivo particolare
  1. ISPEZIONE: osservazione della particolare andatura e/o zoppia del paziente. Nelle razze a pelo raso: rilievo di amiotrofie e di tumefazioni articolari o periarticoli
  2. PALPAZIONE: caratterizzazione di eventuali tumefazioni e dello stato della muscolatura. Attraverso manovre passive delle articolazioni è possibile riscontrare : reazioni di sottrazione, ampiezza dell’escursione articolare, presenza di eventuali crepitii..
  • Diagnosi strumentale

E’ necessaria una diagnosi approfondita in tutti i suoi aspetti per definire a fondo le cause. Sopprimere il dolore senza aver diagnosticato il problema primario più tranquillizzare il proprietario ma è necessaria una diagnosi approfondita per una prognosi reale con un trattamento adeguato al caso.

Diagnosi strumentale:

radiografie,

artrografia,

tomografia computerizzata (TC),

risonanza magnetica (RM),

ultrasuoni ed esame del liquido sinoviale.

Bibliografia:

Brinker, Piermattei, Flo (1989) – Manuale di ortopedia e trattamento di fratture dei piccoli animali – Utet-Saluzzo

International symposium on canine osteoarthritis – IOVA 2001 – atti del congresso