Dott.ssa Chiara Scerna

chiara.scr@alice.it

Fluorouracile

Meccanismo d’azione:

Il Fluorouracile interferisce con la sintesi del DNA (viene incorporato nell’RNA) poiché funge da falso substrato.

 

Indicazioni:

Il Fluorouracile viene somministrato per via endovenosa, a scopo palliativo, nel trattamento dei pazienti, affetti da neoplasia (carcinomi), che non possono essere sottoposti ad intervento chirurgico.

Controindicazioni:

Non deve essere utilizzato in caso di alterata funzionalità midollare, in pazienti in stato di emaciazione o in presenza di gravi infezioni concomitanti.

EFFETTI COLLATERALI

Sistema Nervoso

LETARGIA E DEBOLEZZA

Gastrointestinale

 

NAUSEA, VOMITO, DUODENITI, GASTRITI, ULCERE, DIARREA, ENTERITI E PERDITA DI APPETITO

Sangue

PANCITOPENIA, TROMBOCITOPENIA ED ANEMIA

Cuore

 

ISCHEMIA DEL MIOCARDIO

Pelle

ERITEMI E FOTOSENSIBILITA’

Occhio

FOTOFOBIA, NISTAGMO, VISIONE DOPPIA E LACRIMAZIONE

Il Fluorouracile riduce le difese

immunitarie e può comportare

un aumento degli incidenti vaccinali

Bibliografia:
R. W. Nelson, C. G. Couto “Medicina Interna del Cane e del Gatto” Quarta edizione Elsevier Masson. Milano 2010.
www.paginesanitarie.com